UA-68604412-1
  • Sipario giovani, studenti sul palco

    Sipario giovani, studenti sul palco

  • Il design

    Il design "luminoso"degli studenti

  • Sulle tracce dei segreti di Tridentum: i lavori dell’Istituto delle arti in mostra al SASS

    Sulle tracce dei segreti di Tridentum: i lavori dell’Istituto delle arti in mostra al SASS

  • Modelli fra storia e valorizzazione

    Modelli fra storia e valorizzazione

Sabato 25 febbraio 2017 alle ore 11,00 si inaugurerà una singolare mostra di illustrazioni presso la casa di cura Solatrix di Rovereto con la presenza del Sindaco Francesco Valduga e l’assessore alle politiche sociali Mauro Previdi.
La Solatrix ospiterà nella propria struttura opere degli studenti del Liceo Artistico “F. Depero” di Rovereto iniziando con questo primo evento un progetto di collaborazione pluriennale con la scuola.

In mostra saranno visibili delle illustrazioni, risultato di un progetto articolato che ha previsto inizialmente la lettura di libri sul fenomeno dell’immigrazione e dei viaggi della speranza portati a scuola dall’associazione “il Gioco degli specchi” di Trento.
In un secondo momento gli studenti delle classi del biennio e di alcune classi del triennio hanno incontrato i ragazzi richiedenti asilo e ospiti alla residenza Quercia accompagnati dagli operatori della cooperativa sociale Punto D’Approdo che collabora al Progetto di Accoglienza Straordinaria coordinato da Cinformi (Centro informativo per l’immigrazione del Dipartimento salute e solidarietà sociale della Provincia Autonoma di Trento).

Questi ragazzi, in un clima di confronto umano e culturale, hanno raccontato le proprie storie, i viaggi difficili e dolorosi, le perdite sofferte nel cammino che li portava verso il sogno di una vita normale.
Accompagnati e consigliati dai docenti di Discipline Pittoriche, gli studenti hanno poi realizzato individualmente un’illustrazione ispirandosi alle testimonianze ascoltate.

A giugno scorso una commissione, composta dal Dirigente e docenti del Liceo Artistico F. Depero, dai rappresentanti di Cinformi e di Punto d’Approdo, ha selezionato le illustrazioni che potete trovare ora in mostra e anche pubblicate in un calendario 2017 stampato nel dicembre scorso. Anche la progettazione grafica è stata curata dal Liceo da alunni e docenti dalla classe 4°A della sezione di Grafica del Liceo.

Dalla sinergia fra enti e realtà diverse è nata un’esperienza di particolare valore. L’occasione di incontro, con libri scritti e disegnati e poi con l’Altro, persona in carne ed ossa, ha suscitato pensieri, emozioni, sensazioni che sono state l’ispirazione per i lavori esposti.

L’idea della mostra e di raccogliere le illustrazioni in un calendario è nata per poter valorizzare al massimo l’impegno e le incredibili doti artistiche dei giovani studenti, ma soprattutto per riuscire a trasmettere la straordinaria esperienza dell’incontro. Si colgono nei disegni i temi affrontati durante i momenti in classe: la pericolosità del viaggio, l’insicurezza del presente e l’equilibrio precario fra vita e morte, la solitudine che attanaglia e fa male, la concretezza dei ricordi di terre e momenti del passato che aiutano a proseguire, una nuova libertà guadagnata che diventa prigione/gabbia quando è così difficile farsi accettare e in- tegrarsi in un contesto diverso, in cui spesso si è considerati massa informe e non persona singola, ognuna con una propria identità e particolarità. E ancora il mare, i treni, le barche, le scarpe, il volo, l’abbraccio.

tra gli studenti in mostra:
Ivonne Dalla Torre, Angela Morandi, Onorati Agata, Matheus Leite Silva, Simone Bertolini, Argijro Xikhu, Sara Zandonai, Rebecca Raffaelli, Giulia Tomasoni, Giada Alunni, Amanda Ion, Daniel Sterni, Emanuele Padovani, Maddalena Galas, Gayatri Caproni, Gaia Dorigatti ,Veronica Brighenti, Paolo Battocletti, Aurora Malossini, Nicole Brunelli, Veronica Leoni, Asia Giuliani, Sabrina Zorer

All’inaugurazione saranno presenti il Sindaco Francesco Valduga, l’assessore alle politiche sociali Previdi Mauro, il presidente della casa di cura Solatrix Lorenzo Saiani, il dirigente del Liceo artistico “F. Depero” Roberto Pennazzato con gli alunni e gli insegnanti coinvolti, alcuni ragazzi richiedenti asilo ospiti alla residenza Quercia accompagnati dagli operatori della cooperativa sociale Punto D’Approdo. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IMAGE
IMAGE

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici per archiviare informazioni che verranno riutilizzate alla successiva visita del sito. Può conoscere i dettagli cliccando su "Informativa". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.