UA-68604412-1
  • Gli studenti dell'Istituto delle Arti a Brighton

    Gli studenti dell'Istituto delle Arti a Brighton

  • Il liceo Vittoria partecipa alla nuova iniziativa della RAI “porte aperte in RAI”

    Il liceo Vittoria partecipa alla nuova iniziativa della RAI “porte aperte in RAI”

  • ARMI e BAGAGLI

    ARMI e BAGAGLI

  • Il racconto del Bosco - Biblioteche della Paganella

    Il racconto del Bosco - Biblioteche della Paganella

  • RESTAURO DELLE OPERE DI UMBERTO MASTROIANNI

    RESTAURO DELLE OPERE DI UMBERTO MASTROIANNI

  • BIANCO SU NERO – NERO E BIANCO

    BIANCO SU NERO – NERO E BIANCO

  • “COSTRUIRE PAESAGGI” - IDEE DALLE SCUOLE PER I PAESAGGI DEL FUTURO

    “COSTRUIRE PAESAGGI” - IDEE DALLE SCUOLE PER I PAESAGGI DEL FUTURO

  • Armi e bagagli. Migrazioni e diritto al futuro

    Armi e bagagli. Migrazioni e diritto al futuro

  • Elaborazione 3D di opere pittoriche e plastiche in esposizione c/o ex Casinò di Arco

    Elaborazione 3D di opere pittoriche e plastiche in esposizione c/o ex Casinò di Arco

  • Lascia un libro, prendi un libro. Le casette del

    Lascia un libro, prendi un libro. Le casette del "book-crossing" realizzate dagli studenti del...

  • Gli studenti del Da Vinci e del Vittoria per ridare vita al muro di via Madruzzo

    Gli studenti del Da Vinci e del Vittoria per ridare vita al muro di via Madruzzo

  • I GIOIELLI DEL VITTORIA A PRAGA

    I GIOIELLI DEL VITTORIA A PRAGA

  • Milo De Angelis al  Vittoria

    Milo De Angelis al Vittoria

  • Auschwitz andata e ritorno

    Auschwitz andata e ritorno

  • SIMPOSIO DI SCULTURA DEL LEGNO

  • LA POESIA DI MILO DE ANGELIS

    LA POESIA DI MILO DE ANGELIS

  • Scuola Aperta - Open Day Liceo Vittoria

    Scuola Aperta - Open Day Liceo Vittoria

  • Arte e resistenza: Vittore Bocchetta

    Arte e resistenza: Vittore Bocchetta

  • L'ISTITUTO DELLE ARTI, FBK  E I SENSORI DEL GAS

    L'ISTITUTO DELLE ARTI, FBK E I SENSORI DEL GAS

  • PREMIAZIONE CONCORSO TRENTINO TRASPORTI

  • VIVIAN LAMARQUE AL VITTORIA

    VIVIAN LAMARQUE AL VITTORIA

  • Da noi la

    Da noi la "buona scuola" c'è già. Basta accorgersene. (Ecco il video dei progetti esterni...

  • IL NOSTRO LAVORO

    IL NOSTRO LAVORO

  • Spruzzi creativi fanno pedalare anche l'arte. (L'intervento del Vittoria sulla ciclabile di Gardolo)

    Spruzzi creativi fanno pedalare anche l'arte. (L'intervento del Vittoria sulla ciclabile di Gardolo)

  • Don Chisciotte fatto ad arte. La scenografia per lo spettacolo di Estuario. (Il lavoro del Vittoria per il teatro contro il disagio di Estuario)

    Don Chisciotte fatto ad arte. La scenografia per lo spettacolo di Estuario. (Il lavoro del...

  • Il centro città in rilievo, tre anni di plastica qualità. (L'opera del Vittoria collocata in piazza d'Arogno)

    Il centro città in rilievo, tre anni di plastica qualità. (L'opera del Vittoria collocata in...

  • Come ti ammazzo la

    Come ti ammazzo la "buona scuola" (Lettera aperta alla Provincia)

  • L'arte al femminile, un fatto di opportunità. (al Muse le opere, anche interattive, delle

    L'arte al femminile, un fatto di opportunità. (al Muse le opere, anche interattive, delle "ex" del...

  • Protonatura, il gioco dei colori contro la paura. (Le tele del Vittoria per la Protonterapia in mostra al Sass, poi in raparto)

    Protonatura, il gioco dei colori contro la paura. (Le tele del Vittoria per la Protonterapia in...

  • Olimpiadi della danza

    Olimpiadi della danza

  • In video veritas. (Il riassunto dei progetti al Vittoria, il trailer da concorso del saggio del Bonporti ed altre curiosità)

    In video veritas. (Il riassunto dei progetti al Vittoria, il trailer da concorso del saggio del...

  • www.istitutodellearti.tn.it. Il sito c'è. Un servizio. Una vetrina

    www.istitutodellearti.tn.it. Il sito c'è. Un servizio. Una vetrina

  • Digital fantasy, un volano tra arte e scienza. (Il concorso 2014 del Fab Lab del Muse. Incetta di premi)

    Digital fantasy, un volano tra arte e scienza. (Il concorso 2014 del Fab Lab del Muse. Incetta di...

  • Oltre il muro in cerca di pace e speranza. Progetto Palestina, anno 2014. Mostra alle Gallerie di Piedicastello

    Oltre il muro in cerca di pace e speranza. Progetto Palestina, anno 2014. Mostra alle Gallerie di...

Silvia Florenzano (terza da dx) e Roberto Piffer (col berretto) assieme alla loro insegnante Maria Grazia Brunelli (giacca verde) ed altri studenti, docenti e funzionari del Miur a Praga

 

Praga, la città dai mille volti, ha ospitato recentemente due studenti è una docente del liceo Artistico A.Vittoria di TRENTO:  Silvia Florenzano e Roberto Piffer, studenti del quinto anno del corso di Design dei metalli e dell'oreficeria, accompagnati dalla prof.ssa Brunelli Mariagrazia, hanno avuto infatti l'occasione di curare la mostra ed esporre gli elaborati del corso di Design del gioiello, nella chiesa barocca annessa al centro italiano di cultura di Praga.

 

Il tutto ha avuto origine grazie alla partecipazione del liceo Trentino al concorso "New Design", concorso nazionale che stimola"LA CREATIVITÀ NELL'ISTRUZIONE ARTISTICA ITALIANA", indetto ogni anno dal MIUR e rivolto agli studenti del triennio finale dei licei artistici, facente parte del Programma nazionale di valorizzazione delle eccellenze, per incentivare l'impegno, la dedizione dei giovani per lo studio e premiare gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

 

Quest’anno il concorso ha ampliato i suoi orizzonti e dopo avere fatto tappa nella suggestiva cornice dell’Arsenale di Venezia ha puntato direttamente al cuore dell’Europa: Praga; ed ha premiato il liceo Artistico di Trento con il coinvolgimento degli studenti e dei loro docenti in questa costruttiva avventura.

 

L'istituto d'istruzione delle arti di Trento-Rovereto (Liceo Artistico A.Vittoria-F.Depero) nelle varie edizioni del concorso si è sempre distinto per il Design per l'industria e per il Design dei metalli e dell'oreficeria ed è proprio per questo che si è avuta l'occasione di mostrare alla comunità della città di Praga ciò che si realizza a scuola.

In questa occasione la sezione di Design dei Metalli e oreficeria di Trento, con i Licei Artistici Selvatico di Padova e Cellini di Valenza Po (AL) dello stesso indirizzo di studi, sono stati chiamati e selezionati dai responsabili del MIUR (Ministero Istruzione Università Ricerca) a rappresentare i licei artistici italiani  con  opere di oreficeria e oggettistica, progettate e realizzate dagli studenti stessi.

 

Ricordiamo che il processo creativo, all'interno del percorso di studi, ha inizio dalla ricerca, la quale si sviluppa giungendo poi al progetto finale ed alla relativa realizzazione con metodologie orafe sia  tradizionali che innovative.

 

L'allestimento della mostra è stato, per l’appunto,  svolto in équipe con i colleghi Padovani del liceo Artistico P. Selvatico  e i Valenzani del liceo Artistico B. Cellini.

 

Il vernissage della mostra   “Jewelry New Design" è avvenuto  il 23 febbraio 2017, alla presenza delle autorità,  tra cui l'ambasciatore d'Italia a Praga e i responsabili dei rispettivi ministeri dell'istruzione italiani e cechi; in questa occasione gli studenti hanno   avuto la possibilità di mettersi in gioco e dimostrare  ai numerosi presenti la loro esperienza, esponendo le proprie  aspettative per il futuro è traendo spunto per nuovi progetti.

 

Il soggiorno a Praga ha permesso ai nostri  ragazzi di venire a contatto con persone nuove e con una cultura diversa. Questo ha rappresentano, per la piccola delegazione italiana, un momento di crescita e arricchimento del bagaglio culturale.

 

La selezionata delegazione italiana ha avuto modo di confrontarsi con gli omologhi cechi, ai quali e’ stato illustrato il progetto in vista di futuri partenariati. La mostra e’ stata organizzata in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca e con il ministero degli Esteri.

  

Un grazie particolare va ai dirigenti del MIUR, Edvige Mastantuono, Francesco Branca, Caterina Spezzano, Rocco Fiano, Achille Valenti con la docente Francesca Borghero che hanno presenziato e premesso la realizzazione dell'evento, al direttore dell'istituto di Cultura Italiana dott. Sciola Giovanni, che ha ospitato la mostra nella suggestiva Cappella Barocca, facente parte dell'antico complesso ex-convento Benedettino, ora sede dell'istituto italiano di cultura a Praga.

I pezzi selezionati portati in mostra sono stati diversi: collier e collane degli ex studenti della classe quinta dello scorso anno scolastico Enrico Baldracchi, Motter Denise (collier vincitore della edizione Newdesign 2014), Giorgia Bernardi e orecchini con anello di Alessia Barbugli, Alex Veronese e Elena Melchiori con Anello a Tema (menzione speciale edizione Newdesign2013).

 

Gli elaborati degli studenti del quinto anno del corso di Design del gioiello, selezionati per l'edizione Newdesign 2016:  girocollo con pendente e anello di Roberto Piffer e Silvia Florenzano,  collana modulare di Jessica Lona; infine gli anelli realizzati con l'antica tecnica della fusione del metallo in osso di seppia, delle studentesse del quarto anno Dunca Simona Adina e Montagner Asia.  I pezzi sono stati accompagnati dai relativi disegni illustrativi progettuali, realizzati sia manualmente che con software dedicati, innovativi di grafica e modellazione tridimensionale per l'eventuale stampa 3D.

 

Un grazie particolare va a tutti agli studenti coinvolti, per l'impegno e la passione dimostrati in occasioni così importanti per la nostra scuola; alle professoresse Mariagrazia Brunelli e Lorenza Sebastiani, al professor Franco Baldi (orafo specializzato); al dirigente scolastico dott. Roberto Pennazzato, il quale ha approvato e promosso la partecipazione degli studenti e della docente a questa iniziativa.

IMAGE
IMAGE
IMAGE

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici per archiviare informazioni che verranno riutilizzate alla successiva visita del sito. Può conoscere i dettagli cliccando su "Informativa". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.