UA-68604412-1
  • Liceo Vittoria - Documenti di classe per l'Esame di Stato

  • Biennale Nazionale dei Licei Artistici 2018

    Biennale Nazionale dei Licei Artistici 2018

  • CONCORSO NAZIONALE MIUR “NEW DESIGN 2017”

    CONCORSO NAZIONALE MIUR “NEW DESIGN 2017”

  • Open Day - Scuola aperta Liceo Vittoria

    Open Day - Scuola aperta Liceo Vittoria

Un “mega” collage dei talenti e una nuova tappa del solido rapporto dell’Istituto delle Arti di Trento e Roveto, (uniti in un unico polo didattico creativo), con il capoluogo. Ieri l’altro sera e ieri, (nel matinèè delle scuole) una folla di studenti del “musicale e coreutico” Bonporti e una pattuglia di pittori del Vittoria hanno dato vita al teatro Sociale a “Linee”, un saggio-spettacolo nel quale hanno trovato applaudita alternanza musica, danza, letture e arti figurative “live” nel filo conduttore del conflitto. Un conflitto di mani e corpi caparbiamente uniti nella ricerca della pace. 

Si è assistito ad un festival dell’impegno e dell’entusiasmo. Quadro dopo quadro, in una sequenza di esibizioni illuminate più di tutto dall’emozione e dall’orgoglio del pubblico, è emerso il bisogno di centinaia di protagonisti di calcare un palcoscenico prestigioso per tradurre finalmente in assoli strumentali, un armonie orchestrali, in coreografie classiche e moderne la qualità e la fatica di una studio che è prima di tutto travolgente e spesso totalizzante passione. E’ stato un successo che ha accomunato nei volti “sfatti e felici” allievi e docenti. E’ stata, ancor più, la scoperta di un grande patrimonio, di una potenzialità artistica multidisciplinare che chiede solo di essere “sfruttata”, fatta crescere, utilizzata anche fuori dalle classi e dai laboratori dell’Istituto delle Arti. Tra le tante proposte dello spettacolo ha incantato la performance live di cinque pittori del Vittoria che da dietro un tulle hanno dipinto durante le due ore e più dello spettacolo sette metri di una tela di enorme impatto dedicata al tema della pace e della tolleranza. Immagine che ha preso corpo poco a poco per mostrarsi nel finale come un fondale con tutti i colori della convivenza e dei diritti. Un fondale di bravura e di ottimismo davanti al quale la folla di protagonisti di “Linee” ha raccolto un lungo e meritato ringraziamento. Da oggi, inoltre, i trentini avranno di nuovo modi di apprezzare l’abilità degli studenti del Vittoria con il ritorno nelle strade del centro dei pianoforti ad uso di chiunque voglia suonarli. I pianoforti dell’associazione “Il Vagabondo” – che già ebbero grande riscontro negli anni scorsi – sono stati di nuovo decorati dagli allievi delle sezioni di arti figurative che hanno ovviato con nuovi disegni e nuovi colori alla “felice usura” degli strumenti. Di nuovo pronti a farsi oggetto di una proposta vincente battezzata “Hai mai suonato un’opera d’arte?”. Oltre a tutti gli insegnanti e le sezioni del Bonporti hanno collaborato i del Vittoria se vuoi nominare la classe 5A per il dipinto estemporaneo con il prof. Tartarotti – la prof. Berra, Baldo, Huezz per la body Art – giuliano Orsingher per il crocefisso. (c.r.)

  

 

 

 

 

IMAGE
IMAGE
IMAGE

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici per archiviare informazioni che verranno riutilizzate alla successiva visita del sito. Può conoscere i dettagli cliccando su "Informativa". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.