UA-68604412-1
  • CONCORSO NAZIONALE MIUR “NEW DESIGN 2017”

    CONCORSO NAZIONALE MIUR “NEW DESIGN 2017”

  • Open Day - Scuola aperta Liceo Vittoria

    Open Day - Scuola aperta Liceo Vittoria

  • CORSO DI AGGIORNAMENTO AL VITTORIA

    CORSO DI AGGIORNAMENTO AL VITTORIA

  • Il liceo Vittoria partecipa alla nuova iniziativa della RAI “porte aperte in RAI”

Usare, creativamente, il legno. Usare, creativamente, la storia. Usare, creativamente, la tradizione – una radicata tradizione – che rende affascinanti le cataste di legna da ardere anche quando sono realizzate secondo criteri di magica semplicità nei luoghi di montagna. Usare il legno, amare il legno, è metterci tutta l’arte possibile nella creazione di forme che trasformano l’ambiente in una galleria di emozioni a cielo aperto. Una sfida – quella lanciata da tempo in Primiero con un’iniziativa rivolta ai giovani artisti – che è stata colta con entusiasmo ed impegno nel 2014 dal liceo Vittoria. Come sempre accade per i progetti “esterni” alla scuola, si è vissuta un’intensa mobilitazione che ha messo in sinergia diverse sezioni della fucina di via Zambra per progettare le “opere” e per poi allestirle a Mezzano del Primiero nella curiosità di indigeni ed ospiti che hanno apprezzato le idee e la bravura degli studenti e dei docenti.

Si trattava di Progettare e realizzare 5 nuovi allestimenti da posizionare nell'ambito della mostra itinerante permanente denominata “ Cataste e Canzei” collocata nel centro storico di Mezzano. Il materiale di base per la realizzazione delle opere sé stata la legna accatastata nei modi più differenti ma sempre con principi espressivi e artistici capaci di suscitare grande fascino. I Responsabile della progettazione: Prof. Gloria Zeni, Giuliano Orsingher, Gianluca Pasquali, Alberto Larcher, Fabio Seppi. Le classi coinvolte: Classe/sezione Cl 4B 4E dipartimento Arti Figurative e Design. I promotori della bella iniziativa si sono impegnati ad offrire un viaggio premio compreso il trasporto, il vitto e l' alloggio per i tre giorni previsti per l'installazione, con la collaborazione di operai esperti. Inoltre è stato fornito naturalmente il materiale per la realizzazione delle cataste. Un’esperienza – quella vissuta nel maggio del 2014 in Primiero, che ha dato piena soddisfazione all’amministrazione ma soprattutto ai ragazzi e ai loro insegnanti che con serietà, fatica ma più di tutto gioia hanno lavorato a questo importante progetto.

 

L’IDEA.

Da sempre i lunghi inverni dolomitici costringono i montanari a far copiosa scorta di legna da ardere per riscaldare le abitazioni. E, ancor oggi, lungo le infinite canisèle, negli anditi o sui poggioli delle case - comunque in posizione assolata e prossima al focolare - sorgono ordinate e talora imponenti cataste di legna: i canzèi. Ogni canzèl è un piccolo capolavoro di parsimonia, perizia ed accuratezza, ma anche una vivida e cangiante tavolozza delle calde tinte del legno che colorano le vie di Mezzano. Per questo è stato chiesto ad un gruppo di artisti di impugnare questa tavolozza e dare nuove interpretazioni di queste secolari testimonianze di vita quotidiana. Ne è nato la permanente “Cataste&Canzèi”, uno degli eventi di “Mezzano Romantica” – www.mezzanoromantica.it. Sono decine le installazioni artistiche finora disseminate lungo il centro storico di Mezzano, comune entrato nel 2010 nell’esclusivo club de “I borghi più belli d’Italia”. Le Cataste-Canzei possono avere dimensioni anche considerevoli; basti pensare all’ installazione 2102 intitolata “Alluvione”, di quasi 82 metri quadrati, opera del giovane artista pugliese Marco Bay. Oppure, più contenute come le due opere 2013 Installazione In – stabile di Umberto Sancarlo e In Principio di Roberto Svaizer. L’itinerario di “Cataste & Canzei” tocca i punti più caratteristici del paese, dove “I segni sparsi del rurale” sono ancora ben visibili e riconducibili a cinque tematiche: il sistema acqua, l’architettura, le iscrizioni, i dipinti e gli orti. L'originalità che rende unico e interessante il progetto è il materiale di base delle opere: della legna accatastata nei modi più differenti, ma sempre con principi espressivi ed artistici, dalla semplice facciata interpretatabile come texture, bassorilievo, base applicativa a soluzioni tridimensionali etc.. La tecnica artistica è libera, si può cioè pensare al colore, agli inserimenti di materiali di varia origine e tipo, alle applicazioni, ecc..

 

I PROTAGONISTI

MEZZANO dal 29 maggio al 1 giugno 2014

ocenti accompagnatori.

prof. Giuliano Orsingher

prof.ssa Gloria Zeni

prof. Gianluca Pasquali

prof. Alberto Larcher

prof. Claudio Dalrì

prof. Nikolas Valletta

 

Classe 4°E

 

  1. Trenti Federica
  2. Manuel Rossi

3.     Tasin Alessia

4.     Braito Paola

5.     Chavarro Lorella

6.     Leonardi Igor

7.     Paolazzi Marianna

8.     Froldi Federico

9.     Zampini Arianna

10.  Delpero Elisa

11.  Bonfanti Isabella

12.  Marcu George

13.  Maestri Carlotta

14.  Corradini Francesca

15.  Nardin Laura

  • Larentis Michela

Classe 4°B

 

1.     Russo Simone

2.     Bean Alessandro

3.     Ludovico Tartarotti

  1. Elisa Moletta
  2. Isabela Stanescu
  3. Alessandra Baldon

7.     Guastalla Daniel

8.     Gilli Caterina

9.     Valcanover Carin

10.  Caranti Emilio

11.  Sester Giulia

12.  Carli Caterina

13.  Guastalla Patrik

14.  Margonari Irene

15.  Bianchini Walter

16.  Mosetti Anna

17. Valkovets Sofia

 

Elenco dei lavori in italiano e inglese

 

  • L'INCANTO DI LENA – LENA'S ENCHANTMENT
  • CORNUCOPIA - CORNUCOPIA
  • LE SFERE DELL'IMMAGINARIO - SPHERES OF THE IMAGINARY
  • PENSIERI VAGANTI – WANDERING THOUGHTS
  • ONDA - WAVE 

 

I

 

 

 

 

 

 

IMAGE
IMAGE
IMAGE

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici per archiviare informazioni che verranno riutilizzate alla successiva visita del sito. Può conoscere i dettagli cliccando su "Informativa". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.