UA-68604412-1
  • Il liceo Depero al Trentino Book Festival: l’arte come antidoto alla paura

    Il liceo Depero al Trentino Book Festival: l’arte come antidoto alla paura

  • Studenti dell'Istituto Depero di Rovereto premiati a Troyes

    Studenti dell'Istituto Depero di Rovereto premiati a Troyes

  • Il logo è nato a scuola. Dal Depero a Brentonico

    Il logo è nato a scuola. Dal Depero a Brentonico

  • L’ITALIA E LA RIVOLUZIONE DEL PAESAGGIO da Nord a Sud, panorami nel secolo lungo di Eddy Tovazzi

    L’ITALIA E LA RIVOLUZIONE DEL PAESAGGIO da Nord a Sud, panorami nel secolo lungo di Eddy Tovazzi

di Maria Vittoria Bortolotti IIIC e Camilla Negri IIIC

‘Che prezzo dare alla nostra vita? Pensare per sé o pensare per gli altri?’ questo è il tema dello spettacolo ‘Il prezzo’ portato in scena dalla Compagnia Umberto Orsini, testo di Arthur Miller, il giorno 9 marzo 2017 al Teatro Sociale di Trento. Il dramma dello scrittore Arthur Miller racconta, attraverso dinamiche familiari, l’America degli anni sessanta e descrive, attraverso i quattro personaggi, una società consumistica ma allo stesso tempo molto fragile. Il titolo dello spettacolo si riferisce al prezzo, non ancora definito, dei mobili ereditati dai due fratelli ma che a causa di incomprensioni, delusioni e risentimenti non si rivolgono la parola da più di sedici anni. Il primo fratello Victor, rimasto vicino al padre fino alla sua morte, rinunciando ad una vita che lo avrebbe soddisfatto e sempre sminuito dalla moglie Ester, si affida ad un vecchio antiquario Solomon, che ormai è da molto tempo che non pratica il mestiere. Il fratello Walter, per tirarlo fuori da un inganno e per cercare di fargli aprire gli occhi, per tutto il tempo della sua apparizione in scena cercherà di far capire al fratello come le cose peggiori non sono state causate in passato soltanto da lui e, per cercare di riconciliarsi, gli offre il suo aiuto in tutti gli ambiti possibili.

La scenografia è composta numerosi mobili accatastati l’uno sopra l’altro e da una scala che fa ‘entrare’ e ‘uscire’ i quattro interpreti dello spettacolo. Spesso si sentono rumori proveniente fuori dall’appartamento che richiamano i rumori delle demolizioni di case.

L’esibizione è un continuo e frenetico dialogo tra quattro persone con caratteri diversi che, con il passare del tempo, mostrano al pubblico la loro vera essenza, le loro fragilità. Non solo i personaggi raccontano le loro storie personali ma anche uno spaccato di società ormai in crisi non solo dal punto di vista economico ma anche dal punto di vista morale. Gli attori sulla scena sono sempre in continuo movimento e ci esemplificano, attraverso questo movimento, storie diverse.

Lo spettacolo è stato molto apprezzato dal pubblico e anche da noi studentesse. Ci ha coinvolte nei dialoghi e nelle azioni che accadono all’interno della scena. Gli attori hanno saputo coinvolgere gli spettatori dentro ad una situazione ambientata negli anni sessanta del novecento che può essere ricollegata alla nostra contemporaneità. ‘Il Prezzo’ è una commedia costruita per quattro caratteri che rappresentano uno spaccato di una società che non è solo americana, ma nella quale oggi più che mai ognuno di noi può riconoscersi ed interrogarsi.

♦♦♦½

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici per archiviare informazioni che verranno riutilizzate alla successiva visita del sito. Può conoscere i dettagli cliccando su "Informativa". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.